non lontano dal circolo polare artico

4  03.09.2010

Vantaggi:
certamente

Svantaggi:
qualcuno

Consiglio il prodotto: Sì 

IceMan46

Su di me:

Iscritto da:01.01.1970

Opinioni:729

Condividi questa opinione su Google+
In media l'opinione è' stata valutata molto utile da 31 utenti Ciao

Questa piccola città si trova sul confine tra Norvegia e Russia (ad est) e Finlandia (ad ovest).
Le banche ed i caffè delle sue vie principali sono affollati durante i fine settimana estivi ed i traghetti arrivano carichi di auto con targa finlandese o svedese.

Oggigiorno Kirkenes conta oltre 70.000 abitanti. Oltre a Norvegesi, ospita scienziati e ricercatori impegnati nello studio della fauna e della flora della zona artica e tecnici che lavorano sulle piattaforme petrolifere. Inoltre ci sono rifugiati da Liberia, Congo ed altri paesi dell’Africa tropicale.

Nelle giornate estive, quando la temperatura supera i 15°C, torme di turisti arrivano a Kirkenes. Chi a bordo del postale, chi in aereo e chi in auto. Alcuni cercano la solitudine dei panorami costieri, altri il brivido di escursioni nell’aperta tundra, altri ancora si muoveranno nei fiordi a bordo di kayak alla ricerca di balene e della storia dell’uomo vecchia di diversi millenni.

Chiunque arrivi a Kirkenes paga un prezzo caro. La Norvegia è una monarchia costituzionale, possiede dei grandi giacimenti petroliferi ed ha deciso di non entrare nella Comunità Europea. La sua moneta, la corona, è cara. La benzina costava, quando ci sono andato due anni fa, Euro 1,30 la litro, un prezzo decisamente alto per un paese che estrae in proprio l’oro nero. Per 4 bottiglie di acqua minerale e due pacchetti di chewinggum ho dovuto sborsare 20 Euro.

Ma i visitatori trovano una rara ricompensa: la possibilità di esplorare i territori artici.

Varanger, l’aspra regione posta all’estremità orientale della provincia di Finmark non ha picchi montagnosi cosparsi di colorati villaggi costieri come invece troviamo sulle isole Lofoten e lungo la costa occidentale della Norvegia. Non ci sono ghiacciai come a Spitsbergen, l’avamposto ghiacciato posto a nord, nell’Oceano Artico.

Eppure la natura incombe forte: dense foreste all’interno, la spoglia tundra lungo la costa, la possibilità di catturare salmoni dell’Atlantico o di incontrare balene beluga. Venire qui, a Kikenes, durante l’estate dai giorni senza fine (luce del sole per quasi 24 ore al giorno) è passare da un estremo all’altro: dalle vie moderne di Vadso ad una casupola abbandonata, posta vicino al mare a Hamningberg, dalla solitudine della tundra di Vardo al parcheggio di una stazione di servizio di Kirkenes dove affluisce tutto il traffico dei turisti.

Alcuni visitatori si accontentano di una crociera a bordo di un postale Hurtigruten che si muove da porto a porto, scendendo a terra secondo un programma, magari, deciso dall’agenzia di viaggio.

Fra Vardo e Vadso, lungo il fiume Komagvaer, se si ama pescare è possibile affittare una cabina e passare il tempo tentando di catturare un salmone che risale il fiume per deporre le uova.
Branchi di renne si muovono nelle valli interne dove si trovano anche le tane con i cuccioli di volpi artiche.
I pescatori, che una volta vivevano pescando merluzzi, offrono mini crociere ai turisti che desiderano andare a pesca o semplicemente visionare granchi giganti.

La storia dell’uomo della zona si espande su diversi millenni. Dai primi insediamenti dei nativi Sami alle ondate di immigrati norvegesi e finnici, al fiorente commercio con gli abitanti della Russia Bianca del XIX secolo.

Il passato è catturato da Hamningberg dove quelli che uno volta erano casupole di pescatori ora accolgono turisti durante il breve periodo estivo. Anche Vardo con le sue visite nella fortezza, la più al nord dell’Europa, ricorda in passato, anche grazie alle guide che accompagnano i visitatori vestendo antichi costumi della località. Due musei tracciano, inoltre, la storia locale.

Ancora, a Vardo il North Pole Pub, tipico irlandese, offre comfort e classe talvolta difficili trovare in altri pub in altre parti dell’Europa. Andandoci il venerdì sera (del periodo estivo) si incontrano praticamente tutti gli abitanti del luogo e chiaramente anche la maggior parte dei turisti arrivati qui.

Il tempismo, chiaramente, è ogni cosa in una regione dove l’oscurità dell’inverno arriva presto.

Nel pomeriggio di una domenica estiva, durante una camminata solitaria lungo una diga foranea del villaggio di Beverlag ho avuto la possibilità di riflettere sulla potenza delle acque del mare, che con onde alte quasi dieci metri, capace di spostare i frangiflutti in cemento.


Purtroppo anche a Kirkenes non tutto è perfetto. Pochi chilometri oltre il confine con la Russia si trova un impianto per la lavorazione del nichel ed abbastanza spesso l’inquinamento causato da tale insediamento industriale raggiunge anche i campi e le foreste della Pasvik Valley.


Fotografie per Kirkenes, Finnmark
  • Kirkenes, Finnmark disko bay midnight sun - Kirkenes, Finnmark
  • Kirkenes, Finnmark disko bay 1 - Kirkenes, Finnmark
  • Kirkenes, Finnmark disko bay - Kirkenes, Finnmark
Kirkenes, Finnmark disko bay midnight sun - Kirkenes, Finnmark
il sole di mezzanotte
Condividi questa opinione su Google+
Link Sponsorizzati
Valuta questa Opinione

Che utilità avrà questa Opinione per una persona che sta prendendo una decisione d'acquisto?

Istruzioni su come votare

Commenti su questa Opinione
duran63

duran63

16.09.2010 16:32

ciao

sarad12

sarad12

13.09.2010 22:23

bella descrizione, grazie

dafmarte

dafmarte

11.09.2010 22:40

invidia....

Pubblica commento

max. 2000 caratteri

  Pubblica il tuo commento


Leggi di più su questo prodotto
Le valutazioni dell'Opinione
Questa Opinione su Kirkenes, Finnmark è stata letta 586 volte ed è stata così valutata dagli iscritti:

"Eccellente" per (46%):
  1. duran63
  2. sarad12
  3. Aily
e ancora altri 13 iscritti

"molto utile" per (54%):
  1. dafmarte
  2. Alienna
  3. ipermax66
e ancora altri 16 iscritti

La valutazione generale di questa Opinione non si basa solo sulla media delle singole valutazioni.